L’ Orecchio: come è fatto.

Conoscere e comprendere le basi morfologiche dell’ orecchio e delle sue strutture anatomiche ci consentirà di capire successivamente quali siano le cause dell’ ipoacusia e dove sussista qualche problema che produce un calo uditivo.
by Maico Apparecchi Acustici

by Maico Apparecchi Acustici

Richiedi la Consulenza e la Prova Gratuita

Anatomia dell’ orecchio.


Noi sentiamo perché il suono, che si propaga come onde pressorie attraverso l’aria o l’acqua, arriva nel nostro orecchio dove viene trasformato in impulsi nervosi uditivi, che vengono a loro volta trasmessi al cervello. L’ orecchio è quindi composto da orecchio esterno, orecchio medio ed orecchio interno.

Orecchio esterno.

L’orecchio esterno che convoglia,amplificandoli, i suoni nel canale uditivo che condensa le onde sonore, che poi colpiscono la membrana timpanica e la fanno vibrare.

Orecchio medio.

L’orecchio medio, è una cavità delimitata lateralmente dalla membrana timpanica, e medialmente dalla parete dell’ orecchio interno, in cui la catena ossiculare alloggia. Il timpano, vibrando per le onde sonore che lo colpiscono, mette in movimento la catena ossiculare che amplifica e modifica l’ onda sonora, trasferendola all’ orecchio interno.

Orecchio interno.

L’ orecchio interno è una struttura anatomica molto complessa a forma di coclea o chiocciola, che contiene le cellule ciliate, immerse in un liquido chiamato endolinfa. Proprio quest’ ultima, ricevendo uno stimolo dalla catena ossiculare, si mette in movimento, generando un’ onda particolare che stimola le ciglia delle cellule ciliate. Esse, prendendo alla base contatto con le terminazioni nervose, traducono il movimento dell’ endolinfa in un impulso neurale, che attraverso i nervo acustico, giunge al cervello che lo interpreta come un suono.

Anatomia

L’ Orecchio: come è fatto.

Conoscere e comprendere le basi morfologiche dell’ orecchio e delle sue strutture anatomiche ci consentirà di capire successivamente quali siano le cause dell’ ipoacusia e dove sussista qualche problema che produce un calo uditivo.

Leggi articolo
Ipoacusia

“Mi sembra di sentire meno…” Risposte a questa domanda tipica.

Inizia così il calo uditivo. Si iniziano a sentire più i rumori che le voci, più le colonne sonore dei dialoghi alla tv. E finisce che allo specchio ci diciamo questa cosa. E purtroppo spesso evitiamo di rispoinderci sinceramente. Ecco alcuni spunti di riflessione che una persona che ha pensato questa domanda, dovrebbe leggere attentamente.

Leggi articolo

Condividi coi tuoi amici

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Richiedi una visita audiometrica approfondita. E' Gratuita e senza Impegno.

Udito

Se vuoi sentire bene in tutte le situazioni di ascolto.

Il calo della vista ci allontana dalle cose. Il calo dell’ udito ci allontana dalle persone. Non sentire bene è fonte di isolamento, depressione e scarsa autostima. Fortunatamente oggi non ci sono alibi, perchè recuperare un udito soddisfacente che ci permette di sentirsi attivi nel contesto sociale, è tutt’ altro che impossibile.

Leggi articolo
ipoacusia bilaterale
Apparecchi acustici

Ipoacusia bilaterale da invecchiamento, o presbiacusia.

La presbiacusia è una affezione che colpisce circa la metà dei settantacinquenni e comporta gravi problemi relazionali e sociali che interessano tutta la società. Con le protesi acustiche moderne si hanno degli apprezzabili risultati correttivi soprattutto se il guadagno protesico è somministrato in modo progressivo.

Leggi articolo