Apparecchi Acustici Retroauricolari

Vediamo insieme in questa breve guida tutte le tipologie di apparecchi acustici retroauricolari maggiormente utilizzate, e scopriremo tutti i vantaggi di questo sistema, rispetto ad altri. E sorpresa, vedremo che la visibilità maggiore di questo tipo di protesi, spesso è solo un’ idea preconcetta.
by Maico Apparecchi Acustici

by Maico Apparecchi Acustici

Richiedi la Consulenza e la Prova Gratuita

Scopriamo insieme gli apparecchi acustici retroauricolari.

Gli apparecchi acustici si dividono in due grandi categorie, i retroauricolari o BTE ( behind the ear, ossia dietro all’ orecchio ) ed endoauricolari o ITE ( into the ear, ossia dentro all’ orecchio ).

in questa breve guida parleremo degli apparecchi acustici retroauricolari, e scopriremo perchè sono diventati i più utilizzati al mondo.

Tra le protesi acustiche dietro l’ orecchio ce ne sono diverse tipologie, tutte composte da una porzione (  l’ apparecchio acustico) posto dietro l’orecchio, ed un accoppiatore al condotto uditivo del paziente. In questo sta proprio la differenze tra i vari tipi.

BTE classico.

Ormai raramente siamo costretti ad usare questo tipo di montaggio, idoneo solo per perdite uditive molto severe e per persone con una scarsa manualità. 

Il sistema si compone di un apparecchio acustico, spesso di dimensioni non troppo modeste, che risulta accoppiato all’ orecchio tramite una chiocciola acustica, ossia un manufatto in resina epossidica, o altro materiale idoneo, costruito sulla base del calco del condotto del paziente.

Tra la chiocciola e la protesi acustica, il collegamento è costituito da un tubo in gomma di dimensioni variabili.

Open Fitting.

La naturale evoluzione del sistema precedente, una volta a disposizone evoluti software antifeedback che evitano il fastidioso effetto Larsen, è stata quella di ridurre notevolmente le dimensioni dell’ apparecchio acustico grazie alla digitalizzazione, ed utilizzare un accoppiatore al condotto uditivo del paziente costituito da una micro cuppolina in silicone che lascia pressochè l’ orecchio completamente libero e non occluso, collegata alla protesi da un microtubo del diametro di 0,9 mm, quindi estremamente sottile.

Il presente ed il futuro. Gli Open fitting RIC.

Ecco finalmente che arriviamo alle protesi acustiche utilizzate oggigiorno con maggior frequenza, i RIC o Ricevitor Into the Ear. 

Questi apparecchi acustici hanno come gli altri una porzione che va dietro l’ orecchio, ma estremamente più piccola rispetto agli altri, poichè un componente fondamentale del sistema, ossia il ricevitore ( l’ altoparlante per intenderci ), è posto direttamente dentro al condotto uditivo, e collegato alla protesi dietro all’ orecchio da un sottilissimo filo elettrico rivestito in materiale anallergico. 

Questo non solo ha ridotto le dimensioni dell’ apparecchio, ma ha garantito una chiarezza ed un’ assenza di distorsione del suono incredibili che il paziente può assaporare giorno dopo giorno.

Vantaggi degli apparecchi retroauricolari.

  1. praticità d’ uso
  2. robustezza maggiore
  3. direzionalità garantita dai doppi microfoni
  4. occlusione del condotto uditivo pressochè nulla
  5. nessuna autofonia
  6. possibilità di alta potenza
  7. resistenti all’ acqua

Svantaggi

  1. visibilità maggiore rispetto ad un endoauricolare costruito in profondità
  2. minor accettazione iniziale da parte del paziente
  3. difficoltà iniziali nell’ indossamento corretto
Anatomia

L’ Orecchio: come è fatto.

Conoscere e comprendere le basi morfologiche dell’ orecchio e delle sue strutture anatomiche ci consentirà di capire successivamente quali siano le cause dell’ ipoacusia e dove sussista qualche problema che produce un calo uditivo.

Leggi articolo
Ipoacusia

L’ Ipoacusia. Cosa è, cause e conseguenza.

L’ ipoacusia è un fenomeno sempre più diffuso a causa degli eccessivi stimoli sonori cui siamo sottoposti, ed a causa dell’ aumento dell’ età media della popolazione. Cerchiamo di capire come difendersi da questa patologia adottando anche uno stile di vita che preservi il nostro udito.

Leggi articolo
Apparecchi acustici

Se vuoi sentire bene la TV.

Se quello che cerchi è sentire bene la tv Maico può aiutarti. E’ frustrante non capire i dialoghi di una trasmissione, e rischioso ascoltarla con le cuffie, poichè si rischiano traumi acustici ed isolamento dal resto della famiglia. Grazie alla tecnologia wireless, risolverai questi problemi uditivi.

Leggi articolo

Condividi coi tuoi amici

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Richiedi una visita audiometrica approfondita. E' Gratuita e senza Impegno.

Apparecchi acustici

Maico Capto: il miglior apparecchio acustico del mondo.

Maico è fiera di presentarvi Capto, l’ apparecchio acustico più evoluto di sempre. Con la sua incredibile velocità vi permetterà di stornare a sentire bene in ogni situazione di ascolto, persino le più critiche. grazie alla connettività vi garantirà inoltre il perfetto ascolto di tv e telefono in tempo reale.

Leggi articolo
ipoacusia bilaterale
Apparecchi acustici

Ipoacusia bilaterale da invecchiamento, o presbiacusia.

La presbiacusia è una affezione che colpisce circa la metà dei settantacinquenni e comporta gravi problemi relazionali e sociali che interessano tutta la società. Con le protesi acustiche moderne si hanno degli apprezzabili risultati correttivi soprattutto se il guadagno protesico è somministrato in modo progressivo.

Leggi articolo
conseguenze ipoacusia
Udito

Conseguenze dell’ ipoacusia: demenza senile 5 volte superiore al normale!

Conseguenze dell’ ipoacusia: demenza senile 5 volte superiore al normale! La cosa migliore è sottoporsi ad un test audiometrico rapido ed indolore per accertarsi che vada tutto bene. Qualora così non fosse è inutile nascondersi dietro ad un dito: le ultime ricerche ci dicono che se non vogliamo correre rischi di decadimento cognitivo, conviene adottare un apparecchio acustico.

Leggi articolo